Posted in Fai merenda con noi

Le feste e il Panforte per festeggiare

Le feste e il Panforte per festeggiare Posted on 20/12/2017Leave a comment

Le feste sono fatte per far merenda tutti insieme

Le feste che stanno per iniziare, sono da sempre un momento per farsi venire tante idee e provare tante ricette nuove. Alcune sono tramandate dalle nostre nonne, altre sono rivisitazioni pensate per piccoli problemi di salute, ma non per queste meno buone. Altre sono completamente nuove. Una ricetta tradizionale italiana, soprattutto delle zona attorno a Siena, nella splendida regione Toscana.

Arrivano le feste e noi cuciniamo

Le Mammotte sono ancora all’opera per cucinare qualcosina di buono in versione un po’ più sana! Speriamo che vi piaccia questa rivisitazione, senza zuccheri né farine raffinate, con aggiunta di frutta secca, spezie e un po’ di cacao amaro.
Stupirete i vostri parenti con questo dolce avvolgente e dolcissimo, anche se non è una vera e propria merenda per tutti i giorni. Sarà sicuramente un dolce apprezzato dopo i pranzi o le cene che ci vedranno protagonisti in questi giorni, oppure per festeggiare Santo Stefano o la fine dell’anno insieme.

Panforte delle feste al cacao e frutta secca ed essiccata

Ingredienti

225 ml di acqua
100 g di farina di farro
2 cucchiai di zucchero di canna integrale (o 4 se non abbiamo lo sciroppo d’acero)
100 g di fichi secchi
4 cucchiai di sciroppo d’acero o di succo d’agave
100 g di uvetta (o albicocche) secche
100 g di nocciole
2 cucchiai di cacao amaro in polvere
100 g di mandorle
1/2 cucchiaino di cannella
Farina ricavata da mandorle o cocco per decorare (facoltativa

Come cucinare il panforte delle feste

Versare i fichi secchi e l’uvetta in una ciotola e coprirli d’acqua e lasciarli riposare per 30 minuti. Tritare nel mixer 50 gr di nocciole e 50 gr di mandorle fino ad ottenere una farina fine. Tostarla brevemente in padella prima di tritarle.
Scolare i fichi secchi e l’uvetta. Conservare l’acqua dell’ammollo da parte. Tagliare grossolanamente con il coltello i fichi secchi e le restanti mandorle e nocciole.
Versare in una padella o in un pentolino l’acqua, volendo si può riutilizzare l’acqua dell’ammollo e riscaldarla, aggiungere lo zucchero di canna e mescolare bene in modo che si sciolga. Unire lo sciroppo d’acero (o di agave). Se si vuole sostituirlo perché non lo si ha in casa o non piace, si possono versare nell’acqua un totale di 4 cucchiai di zucchero di canna e mescolare bene e lasciare addensare leggermente il liquido.

Poi…ci siamo quasi?

Riunire in una ciotola capiente le mandorle e le nocciole a farina, la cannella e il cacao in polvere e mescolare.
Unire l’uvetta, i fichi secchi, le mandorle e le nocciole spezzettate. Come ultima cosa versare la parte liquida e amalgamare il tutto con un cucchiaio di legno.
Ricoprire una teglia rotonda da crostata (meglio se con cerniera) con carta da forno, dopo aver inumidito il fondo con qualche goccia d’acqua per farla aderire bene. Distribuire il composto e livellarlo con il cucchiaio o con una spatolina.
Cuocere il panforte in forno ventilato a 180°C per 20-25 minuti circa.
Sfornare e lasciare raffreddare. Si può decorare il panforte con delle ostie da pasticceria (ostie per il torrone), se si riescono a trovare!

Tagliarla a fettine o a rombi e spolverarli di zucchero di canna a velo, frullando con un tritatutto o con un bimby o con farina di mandorle o di cocco.

Buona merenda dalle mammotte e dai Babbi Orsi

P.s Avete bisogno di qualche idea? Andate su Ecomarket, sono super forniti di cose buone e regali sani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.