Posted in Consigli e rimedi naturali

I fiori eduli: da mangiare oltre che da annusare!

I fiori eduli: da mangiare oltre che da annusare! Posted on 06/06/2018Leave a comment

Fiori eduli

In cucina i fiori eduli hanno iniziato ad avere un ruolo sempre più importante. Perché sono belli da vedere e davvero golosi da mangiare, oltre ad avere molte buone qualità.

Dopo i fiori di zucca parliamo di fiori eduli, quelli che sono belli in vaso e nel piatto. I fiori eduli stanno diventando ingredienti principali e non solo ornamentali nelle cucine degli chef di tutto il mondo. 
Solo in Italia se ne coltivano e usano una varietà che non avremmo mai immaginato possibile: in Italia la famiglia Carmazzi ne coltivano da più di un secolo e ora è specializzata nella produzione di fiori commestibili. Grazie alla passione e ad un lavoro in collaborazione con l’Università di Pisa, hanno intrapreso un percorso di ricerca su ben 15 varietà botaniche che ora sono state approvate come commestibili.
 

Fiori eduli, non semplici guarnizioni

Questi fiori, però, non sono solo belli da vedere e colorati da usare per abbellire piatti tradizionali e non. I fiori sono ingredienti incredibili.
Bisogna studiarli a fondo perché ognuno porta con sé profumi e gusti, caratteristiche e qualità uniche e importantissime per dare al piatto una marcia in più! Bisogno conoscerne le diverse varietà, la stagionalità e gli abbinamenti per far sì che le pietanze siano perfette. 
 

Come coltivare e conservare i fiori

Innanzitutto ricordiamoci che i fiori vanno trattati con grande amore e attenzione. Meglio non trattare con pesticidi, essendo impossibile toglierlo dai petali, visto che non si “lavano” i fiori, un po’ come i funghi!
Al massimo si possono passare i petali con dei panni di cotone  o di carta da cucina umidi, però stando attenti ad essere molto delicati.
Bisogna usare il giusto terreno, che sia nutrito e senza pesticidi o concimi troppo aggressivi. Si conservano alcuni giorni e se volete comprarli vi consigliamo questo link, nel quale comprare dalla famiglia Carmazzi.

Abbinamenti floreali

Ovviamente ci vogliono anni per imparare ad abbinare bene i fiori eduli e le varie pietanze. Bisogna imparare ad affidarsi ai nostri sensi, soprattutto olfatto e gusto.
Per fare qualche esempio l’acetosa può essere utilizzata per le insalate al posto dell’aceto, però senza eccedere perché se no il piatto diventa davvero troppo acido!
Per i piatti vegani sono perfette la calendula, la lavanda e le rose. Per cominciare si possono usare nelle insalate e poi sbizzarrirsi come abbiamo fatto noi…nella merenda di domani. Siete curiosi? Seguiteci
Buoni consigli floreali a tutti!
Bio Box Merende Golose

La bio box merende golose è arrivata!

La nostra collaborazione con EcomarketBio continua! Per tutti i bambini golosi una box piena di golosità comodamente a casa!

Ordinate la vostra scorta di bontà! Ecco la nostra Bio Box Merende Golose!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.