Posted in Dire fare amare

Riso: da un piccolo chicco tante sorprese

Riso: da un piccolo chicco tante sorprese Posted on 06/03/2018Leave a comment

cover riso

Riso dalla famiglia delle graminacee un chicco davvero nutriente

Il riso è uno dei cereali che amiamo di più. Nella nostra dispensa è un piccolo re, protagonista di tante ricette meravigliose

Sarà che una delle Mammotte vive a Vercelli e si è affezionata a questo chicco così speciale, fatto sta che il riso è l’ingrediente della settimana.

Abbiamo pensato che questo cereale avesse molto da raccontare. In Italia se ne coltivano 50 varietà diverse, non trovate sia pazzesco? Cerchiamo di conoscerlo un po’ meglio!

Composizione chimica

Il riso, nome di battesimo Oryza Sativa, è un cereale molto conosciuto soprattutto nel nord italia. Il chicco è ricco di un aminoacido essenziale chiamata Lisina e proteine di ottima qualità. Ha acidi grassi essenziali, molto potassio, poco sodio ed è naturalmente senza glutine, quindi perfetto per celiaci e per chi soffre di ipertensione arteriosa.

In 100 g di riso si trovano 332 kcal, 12 g di acqua, 80,4 g di carboidrati, 0,2 g di zuccheri, 6,7 g i proteine, 0,4 g di grassi. Niente colesterolo, 1 g di fibre, 5 mg di sodio, 92 mg di potassio, 8 mg di ferro, 24 mg di calcio e 94 mg di fosforo. Sono presenti anche molte vitamine B1, B2 e B3.

Virtù e controindicazioni

Questo piccolo chicco è un portento! Da secoli è la base dell’alimentazione di moltissime popolazioni.

Le sue virtù sono innumerevoli. Una su tutte è disintossicante, se brillato ha un effetto astringente, ma non estremamente astringente, come molti pensano. Se usiamo quello integrale ha un’azione stimolante per l’intestino, grazie alla quantità maggiore di fibre. Le sue proteine, dette verdi, sono povere di tossine e prive di glutine e fanno del riso un alimento senza controindicazioni per celiaci e per molte malattie renali. Aiuta anche in caso di malattie cardiache, essendo un po’ ipotensiva e diuretica.

In cucina

Il riso viene utilizzato nella sua forma di magico chicco per fare risotti, per fare zuppe e minestre, per riempire le verdure e renderle più golose. Ma anche per dolci golosi della tradizione. In estate è ingrediente principe delle insalate colorate e fresche per la bella stagione.
Nello svezzamento si usa la farina per creare delle pappette al cucchiaio o budini. Si usa per i biscotti e per i piatti per celiaci viene mescolata la sua farina ad altre farine come quella di mais o di grano saraceno. Le quantità variano di solito 80 g a persona per risotti, antipasti e contorni un po’ meno, 70 g per le minestre “asciutte” e 30 g per le minestre in brodo.

Curiosità

Nel novecento si usava dare l’acqua di riso ai malati convalescenti per aiutarli a stare meglio e riprendersi.
Bastava far macerare per tre ore un pugno di chicchi di riso in mezzo litro d’acqua, facendola poi bollire per un’ora prima di venire filtrata e bevuta.
Il riso non affatica lo stomaco e quindi aiuta anche per restare leggeri dopo pasto.

Vi è piaciuto questo articolo pieno di curiosità e informazioni utili?
Ogni settimana sceglieremo un ingrediente e lo analizzeremo insieme.

Buona merenda ricca di risi e sorrisi a tutti!

Se volete scoprire le caratteristiche, usi e qualità di un ingrediente, segnalatecelo!

Per altri consigli e rimedi naturali seguiteci e andate nella sezione rimedi e consigli naturali.

Bio Box Merende Golose

La bio box merende golose è arrivata!

La nostra collaborazione con EcomarketBio continua! Per tutti i bambini golosi una box piena di golosità comodamente a casa!

Ordinate la vostra scorta di bontà! Ecco la nostra Bio Box Merende Golose!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *